+39 0294699522 info@surfatek.it
Seleziona una pagina

SGRASSAGGIO E PROTEZIONE DI PARTICOLARI IN ACCIAIO AL CARBONIO SOTTOPOSTI A TRATTAMENTO TERMICO DI BONIFICA

Sgrassaggio di particolari in acciaio al carbonio sottoposti a trattamento termico di bonifica

Un cliente ci contatta in quanto ha l’esigenza di incrementare la pulizia di particolari meccanici che devono essere sottoposti ad un trattamento termico di bonifica (tempra e rinvenimento).
I particolari in oggetto provengono da alcune lavorazioni meccaniche e sono contaminati da oli interi e da oli emulsionabili.
Il cliente ha a disposizione due lavatrici a coclea aventi tre stadi: sgrassaggio, risciacquo ed asciugatura.

La prima lavatrice è posizionata appena prima del forno di tempra.
La seconda lavatrice è collocata tra la il trattamento termico di tempra e quello di rinvenimento ed ha la funzione di eliminare l’olio di spegnimento presente sui pezzi.

Il trattamento termico di tempra consiste nel riscaldare i materiali da trattare ad una precisa temperatura per un determinato intervallo di tempo, per poi raffreddarli rapidamente immergendoli all’interno di un olio.
Il trattamento termico di rinvenimento consiste in un riscaldamento seguito da un raffreddamento a velocità controllata allo scopo di eliminare le tensioni e le fragilità indotte dal precedente trattamento di tempra.

Affinché un trattamento termico venga eseguito in maniera corretta ed omogenea è molto importante che le superfici dei pezzi da trattare siano completamente esenti da contaminanti di natura organica (olio e grasso) e che sulle superfici non ci siano residui di soda, boro e silicati, sostanze spesso contenute all’interno di prodotti sgrassanti non adatti ed utilizzati nei processi di lavaggio.

Cosa abbiamo fatto

In questo specifico contesto, prima di ciascun trattamento termico è posizionata una lavatrice a tre stadi.
Ci troviamo in una situazione ottimale, in quanto con l’ausilio dei nostri prodotti è possibile aiutare il cliente ad ottenere delle superfici perfettamente deterse e pulite, mettendolo nella condizione di effettuare entrambi i trattamenti termici con i pezzi privi di contaminanti.

Attualmente il cliente lava i particolari con un detergente generico, con il quale però non riesce ad eliminare totalmente gli oli presenti sulle superfici; i pezzi al termine del trattamento termico si presentano con una serie di macchie e striature superficiali che non vengono accettate dal controllo qualità.
Il residuo di olio ancora presente sui particolari, inoltre, causa parecchio fumo all’interno del forno, imbrattando l’isolamento interno costituito da refrattari.

Al fine di poter effettuare delle valutazioni preliminari all’interno del nostro laboratorio, ci siamo fatti consegnare dal cliente alcuni particolari contaminati dagli oli di lavorazione, per simulare il ciclo di lavaggio antecedente alla tempra ed altrettanti contaminati da olio di spegnimento per simulare il lavaggio prima del rinvenimento.

Risultati

I test preliminari sono stati necessari per valutare:

  • il grado di pulizia che è stato possibile ottenere con i diversi sgrassanti testati
  • il potere emulsionante man mano che la soluzione si contaminava
  • il comportamento di eventuali schiume che si possono formare

Al termine di tutte le valutazioni, siamo arrivati alla definizione del seguente ciclo, uguale per entrambe le lavatrici a coclea :

SGRASSAGGIO
Prodotto : SPRAY TEK 823
Concentrazione : 5-7%
Temperatura : 60-70°C

RISCIACQUO
Prodotto : SPRAY TEK 893 P
Concentrazione : 1-2%
Temperatura : 40-50°C

ASCIUGATURA
Aria calda a 90°C

SPRAY TEK 823 è uno sgrassante a schiuma controllata specifico per la pulizia degli acciai nei processi di trattamento termico, dotato di un elevato potere detergente e facilmente risciacquabile. E’ esente da soda, boro e silicati. Garantisce un’elevata resa riducendo in maniera significativa gli smaltimenti.

SPRAY TEK 893 P è un detergente a schiuma controllata con proprietà passivanti, ad elevata concentrazione salina. Anch’esso è esente da soda, boro, nitriti e silicati. Conferisce ai particolari trattati una buona protezione, consentendogli così di arrivare alla fase successiva esenti da ossidi atmosferici. Avendo una residualità molto contenuta, è perfettamente compatibile con l’atmosfera controllata dei forni.

Nella fase immediatamente successiva, abbiamo effettuato la verifica finale su una delle due macchine di lavaggio del cliente, ottenendo ottimi risultati.

Cerchi un detergente simile?

Surfatek S.r.l.

Via Giacomo Leopardi 24/26,

20081, Abbiategrasso – Milano

© 2018 Surfatek S.r.l.