+39 0294699522 info@surfatek.it
Seleziona una pagina

Sgrassaggio industriale di particolari in ottone

Il contesto

Come è ben noto, una corretta preparazione è di fondamentale importanza per la successiva aderenza del riporto galvanico.

Un cliente ci interpella, in quanto lamenta dei problemi su dei pezzi di ottone cromato, che necessitano di essere sgrassati. Lo strato di cromo, presenta puntinature, alonature e piccole bolle, chiaro segnale di una non perfetta preparazione ed una non perfetta aderenza del metallo riportato.

I pezzi in causa provengono dalla fonderia e vengono successivamente lavorati all’utensile e lucidati; pertanto le superfici si presentano contaminate da residui di terre di fonderia, paste di pulitura ed oli di diversa natura.

I suddetti residui se non perfettamente rimossi e sgrassati, sono causa dei difetti sopra citati che rendono il manufatto trattato non idoneo al controllo qualità.

Cosa abbiamo fatto

Per incominciare abbiamo cercato di rimuovere totalmente le terre di fonderia nella parte interna dei pezzi, che nel processo precedente  non venivano completamente rimosse. A tal fine, abbiamo aggiunto alla soluzione di decapaggio un additivo detergente con proprietà bagnanti, DECADET BT/G NEWS, avente la proprietà di ridurre la tensione superficiale della soluzione decapante, incrementandone così la bagnabilità. Questo consente all’acido di lavorare in maniera più efficace ed uniforme, staccando in profondità le terre di fonderia che si sono aggrappate alle superfici dei pezzi durante il processo di fusione.

Successivamente, avendo a disposizione sull’impianto galvanico due vasche dotate di ultrasuoni con interposto risciacquo, abbiamo puntato a rimuovere totalmente le paste di pulitura presenti sulle superfici, massimizzando anche il potere sgrassante nei confronti degli altri contaminanti  utilizzati per le lavorazioni meccaniche di tornitura di filettatura.

Dopo una serie di test, abbiamo messo a punto un ciclo che prevede l’utilizzo di un detergente alcalino (SURFAKLIN 396M) ed un detergente acido (SURFACID RP 888). Il primo rimuove efficacemente la quasi totalità delle paste di lucidatura e degli oli senza scurire ed intaccare il metallo. Il secondo effettua una pulizia finale di finitura, schiarendo e rendendo brillante lo stesso che dopo una opportuna neutralizzazione, è pronto per andare nel successivo sgrassaggio elettrolitico.

Risultati

A fronte di tutto ciò, il cliente riscontra immediatamente un miglioramento sostanziale dell’aspetto dei particolari: già all’uscita della seconda vasca ad ultrasuoni i pezzi trattati si presentano di colore chiaro, completamente esenti da grumi di paste di pulitura e soprattutto con la superficie completamente a velo; questo è il principale indicatore che rileva una superficie perfettamente sgrassata e detersa.

La conferma definitiva è arrivata una volta ultimato il ciclo galvanico: i pezzi di presentano privi di aloni e puntinature e con lo strato di cromo brillante ed omogeneo.

Cerchi un prodotto simile?

Surfatek S.r.l.

Via Giacomo Leopardi 24/26,

20081, Abbiategrasso – Milano

© 2018 Surfatek S.r.l.